La carica dei 100 giorni

Cari lettori,
abbiamo seguito anche noi la festa per i “Primi 100 giorni” di Maurizio Zoccarato, sindaco di Sanremo.
Data la storicità dell’evento (mai, nessun sindaco in precedenza, a Sanremo, s’era accorto di essere arrivato a 100 giorni), la cronaca deve essere fedele il più possibile.
Dunque trascriviamo qui di seguito alcune delle dichiarazioni più importanti della serata che la stampa locale, manovrata dalla sinistra, non ha voluto riportare:

– Questi non sono soltanto 100 giorni sotto il segno del Pdl, ma anche 2400 ore sotto il segno del Pdl, 144000 minuti sotto il segno del Pdl e, addirittura, 8 milioni e 440 mila secondi sotto il segno del Pdl. Ma cercheremo di fare di più con i decimi e i millesimi (sempre sotto il segno del Pdl)!

– Traffico. Risolveremo il problema del traffico: ogni strada del centro avrà quattro corsie. Chi cammina fuori le righe mangia le formiche. Il Tunnel sotto la manica? Pfù, ne faremo uno da Capo Verde a Capo Nero, con il pedaggio per i non Sanremesi.

– Rifiuti. Per risolvere il problema spazzatura faremo un porta a porta all’avanuardia: non ne sfuggirà nessuna, nemmeno le USB.

– Ordine pubblico. Da domani l’Australopithecus afarensis, l’Homo erectus e l’uomo di Neanderthal non potranno più sedersi in piazza Colombo. Tollerato l’homo habilis, ma solo se dimostra di saper accendere il fuoco.

– False Griffe. Basta con le false griffe. Inviteremo D&G, Armani, Miuccia Prada a venire da noi e cucire loro stessi le borse che poi venderemo in via Matteotti.

– Enogastronomia. Basta con i prodotti tipici taroccati, istituiremo la sorveglianza enogastronomica centralizzata: ogni testo di sardenara prodotto in città dovrà passare per un controllo prima in Comune e poi in Questura. Ah, anche i vigili, ne vorrebbero un pezzetto.

– Manifestazioni. La Milano – Sanremo 2010 durerà una settimana: con una piccola variazione di percorso i ciclisti faranno un traguardo volante a Oslo per poi transitare per Dubrovnik e il lago Balaton. Ancora in dubbio la variante stretto di Bering, dipende dal Global Warming. E poi vediamo se anche quest’anno arriveranno in volata!

– Carri fioriti. Nomineremo art director Emilio Fede. Ci ha già prospettato una sua grande idea: sui carri fioriti ci saranno majorettes-veline con  costumini a forma di margherita. Il pubblico maschile potrà giocare al m’ama/non m’ama e vedere cosa c’è sotto.

– Funivia. Ricostruiremo la funivia Sanremo – Bignone, con fermate intermedie a Courmaieur, St. Moritz e Milano Rogoredo.

– Progetto Sanremo caput mundi. Proporremo che nei giorni del Festival Sanremo divenga Sede Pontificia. E se il Vaticano non vuole, noi tireremo dritto, faremo lo scisma di Ponente.

– Casinò. Basta con le polemiche sul Casinò. Separeremo Corso Inglesi e il Casinò di Sanremo dall’Italia e dall’Europa e lo traghetteremo in acque internazionali, così tutte le vincite saranno esentasse e ne faremo un paradiso fiscale.

Per ora è tutto. Non si escludono nuove e importanti rivelazioni dallo sbobinamento dei 70 km di pellicola del discorso tenuto dal Ministro Scajola.

Annunci

2 commenti

Archiviato in Cronache del Sol Ponente

2 risposte a “La carica dei 100 giorni

  1. gianni

    Leggendo le quotidiane dichiarazioni di Zocca non mi stupirei sentirgli pronunciare le tue parole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...