‘Ndrine de mä

‘Ndrine, capibastuni, sgarristi, picciotti.
Meglio abituarcisi in fretta, esercitarsi, soprattutto nella pronuncia, visto che queste parole, erroneamente confinate nel dialetto calabrese, saranno presto molto comuni anche nel nostro ligure, giacché non se ne parla o non se ne vuole parlare, ma la ‘ndrangheta, come rileva la relazione 2008 della Direzione Investigativa Antimafia, ha messo ormai radici molto profonde nel ponente ligure.

Può sembrare strano, trovare nomi come Taggia, Sanremo, Imperia e Ventimiglia sulla relazione 277 della DIA sulla criminalità organizzata. Ma il documento descrive un quadro preoccupante di infiltrazione mafiosa nelle nostre zone, che coinvolgerebbe istituti creditizi e amministrazioni, sarebbe integrata da anni nell’edilizia, negli appalti pubblici e nella ristorazione, fino a aprirci gli occhi sui nuovi fronti di speculazione, come la gestione dei rifiuti.

Il Ponente ligure, ha cominciato negli anni ’80 con l’essere terreno di appoggio per i traffici che i boss di Gioia Tauro e Catanzaro hanno intrattenuto con i loro compari marsigliesi. Da noi sono passati rappresentanti di famiglie note come i Piromalli e i Mancuso, diretti ad un comodo espatrio verso i loro compari di Cap D’Antibes e Marsiglia.
Il ponente è diventato una sorta di “camera di compensazione”, una terra in cui si possono fare traffici per le famiglie francesi senza esporsi.
Poi, hanno cominciato utilizzare il Casinò di Sanremo per riciclare i proventi di stupefacenti e prostituzione e infine si sono infiltrati nella macchina dello stato, da noi sempre più arrugginita.

Del resto come spiegare il gran numero di incendi recenti ad auto, stabilimenti balneari, ristoranti e negozi tra Sanremo, Ventimiglia e Ospedaletti se non con la presenza di un’organizzazione malavitosa e la riscossione del pizzo?

Trovate la Relazione della DIA qui.
E’ ora di aprire gli occhi. Impariamo che cosa sono e come operano questi signori e sapremo come difenderci.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cose Nostre, Cronache del Sol Ponente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...