In paise piau a botte

Rileggendo la poesia del post precedente, mi è venuto in mente l’immagine di Taggia come un pugile all’angolo. Taggia è un paese che tutti finora hanno preso a botte. Ma i mugugni non servono a niente. E’ ora di reagire e trovare nuove forze. Così ho scritto questa poesia:
 
Aù che e mesüe i sun rutte
che ne resta e lagrime per ciange
da Beuzì fin lazù inte Grange
dimùu: i n’han piau a botte.

Pe’ anni i l’han picàu,
cume in pugile int’in cantu,
tantu che i l’han quaxi amazau
stu paise d’incantu.

Per primi i specülatui
se sun ocupai de l’Arma
i gh’han lasciau ina bela urma
de palazzi, de pilastri, de urrui.

Pöi i sun arivai in ciaza Eroi.
N’han ditu: Aù scì fiöi,
i sun arivai cheli boi,
tranquili, a ghe semu nui.

L’eia gente che ben parla
de bon nome, in rima cun “perla”,
ma de botte n’han encìu a gerla.
L’è staita in’autra burla:

cae custruie sciu lettu da’ giaia
superattici pi’ assessui,
zentri cummerciali, cimitei
chi se deroca a’ prima féia.

Aù se parla de uspeai,
de rumenta, de bis Aurelia.
L’amu abassau a guardia,
urmai ne tremua zà i pei.

Ai urtimi corpi chi g’han dau
Taggia l’è cazua au tapeu,
e repiase l’è cuscì düu,
l’arbitru za u conta pu’ knock out.

Ma prima cu arive u dexe,
taggiaschi miamuse in ti oiji,
criamu, famu sentì a nostra vüxe.
Perchè gh’è ina Taggia che nu ti vei,

gianca, negra, gialla e russa
növa, in po’ de tutti i cüui,
ca l’ha drente ina forsa
da tià corpi cume Cassius Clay.

Annunci

4 commenti

Archiviato in ZirichilTaggia

4 risposte a “In paise piau a botte

  1. pia

    Sei proprio arrabbiato, Giacomo… ma la poesia è bella!
    Ieri sera ho stampato le varie lettere che avete redatto con il comitato per leggerle attentamente e fare un manifestino che voglio appendere alla bacheca dell’Ass. cult. “A Cria” di Vallebona per darvi una voce da queste parti.
    Di Badalucco è famosa la rivolta per la diga, di Taggia so che hanno fatto di tutto affinchè l’autostrada passasse a monte del paese, il che ha evitato l’impatto ambientale osceno e avrebbe permesso uno sviluppo di cui mi sembra che non tutti siate contenti…
    Quell’episodio mi ha sempre fatto pensare a che cosa sarebbe successo se anche qui fosse passata a nord del paese invece che strozzare una delle più belle vallate del ponente: l’oscenità c’è tutta e in quanto allo sviluppo, con un sindaco speculatore, Vallebona è diventata il paese che “vanta” più condomini nell’entroterra: sette! di cui 3 sono opera sua, uno lo ha sbolognato quando cominciavano ad agitarsi un pò le acque.
    Sapessi quanto sono arrabbiata anch’io…

  2. Porta i miei complimenti all’autore. Bella metafora quella del pugile suonato.

    Va da sé che gli farò un po’ di pubblicità.

    ciao

    Gianni

  3. sono proprio rincoglionito: non avevo letto l’intro.

    I complimenti vanno a te allora…

    ciao

    gianni

  4. giarevel

    Grazie Gianni!
    Davvero Taggia è un paese all’angolo… non bisogna abbassare la guarda proprio adesso dopo tutto quello che è successo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...