Nascita di un comitato

E’ un venerdì sera d’inverno. L’intera valle s’è addormentata presto, appena il sole s’è nascosto dietro i versanti di monte Ceppo. La statale 548 è pressoché deserta. Ad attraversarla in macchina sembra di profanarla: da Taggia in su comincia il buio, quello serio, che ognuno usa come vuole. Gli animali per cacciare, gli uomini per dormire.
C’è la luna, ma illumina le cime innevate e ti viene freddo a guardarle.

Andiamo a Badalucco. Ci sono sempre buoni motivi per andare a Badalucco: lo stocafisso, i fagioli, le torte di Pradio. Ma stasera ne abbiamo uno in più. Dobbiamo assistere ad una nascita.
Non è un bambino, ma è comunque un evento, visti tassi di natalità da queste parti.

Il 9 gennaio 2009, in una riunione nella sala del Consiglio del Comune di Badalucco, è nato ufficialmente il “Comitato pro valle Oxentina”.

Quando arriviamo, c’è già parecchia gente: sindaci, assessori, cittadini, ambientalisti, olivicoltori, contadini, cacciatori, fotografi, giornalisti e anche quelli che “vedo gente, faccio cose” o “passavo di lì, ho visto casino”. Badalucchesi, taggiaschi, sanremesi, tedeschi, olandesi, apolidi. Gente di Oxentina, di Molini, di Montalto, di Argallo, di Maberga, di Meösu.  Indecisi, titubanti, incerti, sul chi va là; convinti, propugnatori, partigiani, donchisciotte, robespierre; curiosi di ogni genere. Qualcuno dice che c’è pure la Digos, come nel ’62: ma alt!, è solo il fotografo de Il Secolo XIX.
Del resto non capita tutti i giorni che ti vogliano fare una discarica vicino a casa, in un luogo dove puoi portare i tuoi figli a conoscere la natura.

La parola ai politici. Il sindaco di Badalucco, Gianni Boeri, spiega che s’è trovato questa torta già cucinata nel forno. Che presto andrà a Genova a firmare la pratica di ricorso al Tar per evitare che al Vallone dei morti arrivino le ruspe a raccogliere i sanguini.
C’è Ivan Lombardi, vice sindaco di Taggia. Spiega perchè ha votato sì al bando di gara, ma si dichiara assolutamente contrario alla discarica in valle Oxentina. Qualcuno gli chiede perché, visto che la scelta poteva far retrocedere la Provincia. E non è soltanto la cara vecchia rivalità taggiaschi-baucogni, è una domanda legittima: se il progetto non era soddisfacente in toto, perché avvallarlo? Lombardi dà le sue ragioni: il voto serviva per approvare l’impianto di separazione di Taggia, l’unica soluzione che permette di evitare l’inceneritore più volte paventato dall’amministrazione provinciale. Senza, probabilmente, sarebbe arrivato un commissario e le scelte sarebbero state insindacabili.

Ma adesso, c’è da decidere, c’è da formare il comitato. Gira un foglio: “Comitato pro-Oxentina”. Torna con appena otto firme. Ma in sala ci saranno almeno un centinaio di persone.
Qualcuno chiede cos’è un comitato. Quelli che c’erano, a Badalucco, nel ’62 sanno bene che cos’è. Un intero paese, un’intera valle si schierò contro il progetto assurdo della diga di Glori. Ma bisogna spiegarlo alle nuove generazioni, ai pigri, a quelli che pensano tu gli voglia vendere un’enciclopedia.

Il Comitato è “un gruppo di persone, generalmente delegate da terzi, che si riunisce per la realizzazione di fini comuni” (De Mauro, Dizionario della lingua italiana).
“E’ una libera associazione di cittadini che si riuniscono per la tutela, la difesa, lo sviluppo, di un’idea, di una persona, di un territorio, in questo caso la Valle Oxentina. Io non ero ambientalista, lo sono diventato per forza, per difendere la mia terra”. A parlare è Gian Marco Calvini, raccontando l’esperienza di Praugrande, il comitato che nel 2003 si oppose con successo ad un progetto di discarica sopra Pompeiana.
Al secondo giro i nomi aumentano, sono già 12. Il dibattito continua.

Il comitato non servirà soltanto a dire no alla discarica. Superata l’emergenza discarica, si occuperà di valorizzare promuovere e salvaguardare quel pezzo di verde dalle speculazioni di tutti, attraverso un dialogo con le amministrazioni.
“Ma io lì ci vado a caccia! – interviene una famosa doppietta badalucchese – non è che poi mi ci mettere un SIC e addio tordi?”
“Beh, veda lei – risponde Calvini – se preferisce cacciare di frodo in un SIC o in una discarica…”. Patrizia Gavagnin, biologa consulente dell’Ass. Ambiente della Regione Liguria, concorda.
Il foglio torna, siamo a 18. Qualcuno però alla fine si convince. “Beh, anche se non ho tanto tempo…”, “Sì, però io c’ho già le bocce…”, “Ah, tanto adesso sono in pensione..”.
Alla fine sono 25. Il comitato Pro Valle Oxentina è nato. Fiocco verde alla porta del comune.

Annunci

4 commenti

Archiviato in Centroterra, Cronache del Sol Ponente

4 risposte a “Nascita di un comitato

  1. Mi ha fatto molto piacere constatare che l’Amministrazione comunale di Badalucco appoggi l’iniziativa della nascita del Comitato e si opponga con tutti i mezzi a sua disposizione alla discarica in quel luogo meraviglioso.
    Lunga vita alla Valle Oxentina!

  2. pia

    Quando ci sono di mezzo i “baaucogni”, è come trovarsi in una botte di ferro: queste battaglie sono pane per i loro denti!
    Se valgono anche le firme di persone più distanti, sono pronta.
    Se non si mette in atto un pò di intelligenza “civile” per la Produzione della Rumenta invece che per la Creazione delle discariche, i nostri figli cammineranno sopra un mondo di merda, nel vero senso della parola…

  3. giarevel

    Certo Pia, si accettano le firme di tutti, sei arruolata.
    L’Oxentina e Vallebona non sono poi così lontane…
    grazie

  4. pia

    Badalucco è un paese che mi piace molto. Pensa che sul comodino ho una cartolina (di quelle formato lungo) con un bel panorama del paese.
    Nel gruppo rock “Blackout” in cui suona mia figlia, il chitarrista è Brezzo di cognome, il papà infatti è di Badalucco e suona nei Jokers. Per qualche anno mi sono vissuta splendide sagre dello stoccafisso con il concerto dei ragazzi. Sono bravini, il chitarrista poi è il virtuoso del gruppo!
    Sabato 17 suonano all’Aighesè a Sanremo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...